DE CASTELLI

TRACING IDENTITY, un progetto tutto al femminile in cui 7 designer hanno realizzato una collezione di arredi in metallo dal deciso protagonismo espressivo: Alessandra Baldereschi, Nathalie Dewez, Constance Guisset, Francesca Lanzavecchia, Donata Paruccini, Elena Salmistraro, Nika Zupanc hanno valorizzato le potenzialità dei metalli e delle finiture De Castelli con progetti dal contenuto emozionale, empatico, narrativo. Il progetto presentato al Salone del Mobile 2017 ha riscosso successo internazionale: una special edition di elementi interior, con una precisa funzionalità e una forte presenza volumetrica, diversissimi per stile, proporzioni, approcci che corrispondono alle personalità delle sette designer invitate, ma che partono tutti dal metallo, identificandosi con il materiale senza farne percepire il peso.

Painting, è il paravento disegnato da Alessandra Baldereschi che come una quinta teatrale apre a paesaggi immaginari, Elizabeth è il cabinet dalla superficie vibrante e ritmata, a firma Nathalie Dewez; la libreria Volte nasce da linee morbide e voluttuose tracciate da Constance Guisset, così come da segni grafici essenziali Francesca Lanzavecchia idea la collezione di coffee tables Scribble. Donata Paruccini con un gioco di piani inclinati progetta il tavolo Vomere, mentre è di Elena Salmistraro Polifemo, un cabinet dal forte carattere iconografico e decorativo; Nika Zupanc propone Longing Cabinet, che con le sue tante chiavi e scomparti evoca immaginari fiabeschi.

Grazie alle competenze di alto artigianato, De Castelli ha colto l’occasione per sperimentare altre lavorazioni e superfici. Le designer hanno risposto con entusiasmo all’opportunità di lavorare nelle Officine, a stretto contatto con le tecnologie più innovative e con i bravissimi operai.

Since 2009 Umbrella collabora con De Castelli per l'ufficio stampa e le relazioni pubbliche. www.decastelli.com

download press release